Sistemi di elettrostimolazione cardiaca

Gli stabilimenti e gli uffici

La Medico in Italia, vicino a Padova e a Venezia, dispone di due stabilimenti con i Dipartimenti di Ricerca, di Marketing e di Vendita, di Produzione per il materiale impiantabile (pacemaker e cateteri) e per le apparecchiature esterne (programmatori, PSA e strumentazione per studi di elettrofisiologia cruenti ed incruenti).
Medico ha, inoltre, siglato un accordo di stretta collaborazione con una società della Repubblica Ceca sita nella città di Valaske Mezerici, dove le maestranze con precedenti esperienze di produzione di stimolatori e cateteri impiantabili, assemblano parti meccaniche destinate alla produzione di cateteri.
Negli stabilimenti di Rubano lavorano attualmente oltre 120 tecnici, buona parte ingegneri elettronici e periti, molto qualificati, che svolgono tutte le funzioni previste dalle più moderne teorie dell'organizzazione aziendale e del marketing.
Tutti in Medico svolgono la propria funzione con l’obbiettivo di realizzare un prodotto efficace, affidabile e di fornire un servizio completo al cliente, ricercando la sua massima soddisfazione.

Prodotti MEDICO

- Pacemaker
- Cateteri
- Programmatori
- Dispositivi esterni
- Linea Cardiac Impulse

Novità

Nuovi modelli di pacemaker monocamerali.
Sono disponibili i modelli di
Mythos S, Mythos SR, Mythos SU, Mythos SRU, Easy Plus S, Easy Plus SR.

Anche la Linea Cardiac Impulse comprende i nuovi modelli
Aura Plus S Cardiac Impulse, Aura Plus SR Cardiac Impulse.

Nuovi modelli di pacemaker bicamerali Linea Cardiac Impulse.
La Linea Cardiac Impulse comprende ora due nuovi modelli di pacemaker bicamerali:
Aura Plus D Cardiac Impulse,Aura Plus DR Cardiac Impulse

Nuovi modelli di pacemaker provvisti del sensore emodinamico TVI.
La famiglia di pacemaker Sophòs è stata arricchita e comprende ora i seguenti modelli, tutti dotati del sensore emodinamico TVI:
Sophòs 455, Sophòs 155, Sophòs 150, Sophòs 145, Sophòs 140. Inoltre, è disponibile anche il modello tricamerale Helios 300.

Impedenza Trans-Valvolare

L'attività cardiaca viene normalmente monitorata da un dispositivo di stimolazione impiantabile (pacemaker) attraverso la registrazione intracavitaria dei segnali elettrici generati durante la depolarizzazione atriale (onda A) e ventricolare (onda R).
Il sensing elettrico, tuttavia, fornisce informazioni limitate alla temporizzazione dell'attività atriale e/o ventricolare. Per un controllo ottimale del sistema cuore - stimolatore, sarebbe estremamente importante integrare la rilevazione elettrica del segnale con una valutazione dell'attività meccanica cardiaca e dei parametri emodinamici ad essa collegati.

L'attività meccanica può essere saggiata utilizzando sensori specifici, o in alternativa tramite misure di impedenza elettrica, che possono essere effettuate mediante gli elettrocateteri normalmente impiegati in cardiostimolazione, senza alcun decadimento delle prestazioni e della precisione con il trascorrere del tempo.
Infatti, le modificazioni strutturali e geometriche che si realizzano durante il ciclo cardiaco comportano delle variazioni periodiche dell'impedenza, che possono essere utilizzate come indice della forza di contrazione ventricolare e della gittata sistolica.

Tra le varie metodiche per la misurazione dell'impedenza cardiaca, una nuova opzione è oggi rappresentata dall'impedenza trans-valvolare (TVI), che viene rilevata tra l'atrio ed il ventricolo destro in normali impianti di stimolazione bicamerale (DDD o VDD monocatetere).
Come illustrato nei tracciati sulla sinistra, TVI si riduce durante la sistole atriale ed aumenta durante la sistole ventricolare, raggiungendo il picco massimo alla fine del periodo Q-T (quindi della fase di eiezione ventricolare) in ogni ciclo cardiaco. TVI diminuisce quindi progressivamente durante il riempimento diastolico e si stabilizza sul valore di riposo, fino alla sistole atriale successiva.

La crescente esperienza clinica su migliaia di impianti effettuati in prestigiosi Centri italiani ed internazionali conferma che il segnale di TVI è effettivamente correlato con la funzione meccanica ed emodinamica. Ciò consente importanti ed innovative applicazioni, quali la conferma di eiezione ad ogni battito cardiaco stimolato o spontaneo, e la possibilità per il Cardiologo di utilizzare TVI nella valutazione dell’efficienza emodinamica nel follow-up dei pazienti portatori di pacemaker.


Informazioni su

Sito web: www.medicoweb.com

La Medico S.p.A è stata fondata nel 1973 e a tutt'oggi è un'azienda privata ed indipendente.
Da oltre 30 anni opera nel campo della cardio-stimolazione con lo scopo di garantire a medici e pazienti uno standard tecnologico di alto livello. Lo spirito pionieristico dell’azienda nello sviluppo di nuove tecnologie si è espresso fin dagli anni ’80, quando rivoluzionò il mondo della stimolazione cardiaca con l’introduzione del pacing VDD con monocatetere dal dipolo atriale flottante di 3 cm.
Con l'ambizione di fornire ai medici gli strumenti adeguati per ottimizzare la terapia per ogni singolo paziente, negli ultimi anni l'azienda si è impegnata nello sviluppo di un sistema integrato per la misura di TVI (Trans Valvular Impedance), un segnale di impedenza misurato tra atrio e ventricolo destro attraverso i normali elettrodi collegati ad un pacemaker, che può fornire importanti informazioni circa la funzionalità meccanica del cuore.
In particolare, grazie a TVI è possibile monitorare la performance emodinamica del paziente in termini di precarico e gittata sistolica e quindi di valutare se la sua funzione di pompa è sostanzialmente stabile o sta migliorando o peggiorando.
Questo innovativo sistema, disponibile in tutti i pacemaker delle famiglie Sophòs ed Helios, permette di avere un feedback continuo sull'efficacia della programmazione del dispositivo e della terapia farmacologica.
Oltre a questa importante applicazione sono disponibili altre funzioni basate sul concetto di TVI come la validazione del pacing e del sensing ventricolare con algoritmi automatici rispettivamente di adeguamento dell'energia di stimolazione in caso di stimoli inefficaci e di stimolazione di sicurezza in caso di oversensing ventricolare.